Come preparare la pasta fresca fatta in casa

24 Gennaio 2019
24 Gennaio 2019 Tindara

Preparare la pasta fresca richiede tempo, attenzione e pazienza per ottenere una pasta che abbia la giusta consistenza, una piacevole ruvidezza e una cottura perfetta. Questi ultimi sono requisiti fondamentali che distinguono e caratterizzano un buon piatto di pasta fresca fatta in casa, gustoso e appagante.

Tagliatelle, lasagne, ravioli, orecchiette o maccheroni, se fatti in casa sono molto più gustosi! E, prepararli non è poi così difficile! Ti occorrono solo pochi ingredienti che, con molta probabilità, hai già in credenza e qualche mio consiglio.

L’impasto è fatto di acqua e semola rimacinata di grano duro da quale si ottengono: maccheroni, orecchiette, civatelli, bucatini, trofie e molti altri formati; nelle regioni settentrionali, dove il clima è più umido e nebbioso, la pasta è in generale preparata in casa con farina di grano tenero e uova: tirata su un piano di legno con l’aiuto di un mattarello, si ricata una sottile sfoglia; secondo la larghezza cui viene tagliata, si ottengono tagliolini, tagliatelle o fettuccine, e con lo stesso impasto si realizzano anche lasagne, cannelloni, garganelli, bigoli, pici e paste ripiene.

 

Per far evitare che la pasta fresca si attacchi durante la cottura, come può succedere nel caso in cui ti stia cimentando con la preparazione dei ravioli, basta seguire un semplice accorgimento e  aggiungere all’acqua di cottura un 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva. È consigliabile, infine, scolarla aiutandoti con un mestolo forato e non con il colapasta che potrebbe rovinare il risultato finale.

 

La pasta fresca puoi condirla con svariati sughi, da quelli classici di carne a quelli di pesce o di verdure di ogni tipo; oltre che con un semplicissimo condimento mediterraneo a base di aglio e olio extravergine di oliva oppure con burro e grana: nessun’altra pasta si sposa con tanta armonia a questi due ingredienti! E, come sempre, il limite è solo quello della fantasia.

Call Now Button